Altri uccelli

giovannino-de-grassi_taccuino-degli-animali
(Immagine: Giovannino de’ Grassi, Taccuino degli animali)

 

 

(1)

La tribù dei rondoni
intorno a San Carpoforo,
nel mattino

turbine danzante
fra alte strida
dentro e fuori dai mattoni sconsacrati

– sono loro
a inventare il cielo
in questa quieta nicchia
di Milano

 

 

(2)

 due rondò

Le grandi ali grigie d’un airone
fendono l’aria sopra la rotonda
lente e sicure.
Ignorandoci – noi dentro le auto –
lui ci sorvola teso a un punto di là,
in un suo sospeso
silenzio parallelo

*

Nella nuova rotonda
davanti al mostruoso centro commerciale
in costruzione (dieci anni fa, di più?)

la visione
da miniatura medievale di

madama fagiana
seguita da un corteo di piccoli
sgranati tutti in fila sul declivio
verde brillante,
passo passo in una luce d’oro
di quasi tramonto

– e chissà poi se hanno attraversato, chissà
se i camion, le macchine,
o i boschi poco oltre ancora 

 

(3)

nella campagna mantovana

Bianchi immobili leggeri come piccole statue di balsa
disposte con sfalsate angolazioni
nel verde tenero
d’un campo
d’inizio giugno

– gli aironi guardabuoi, a Pegognaga
(che cosa guardano?)

*

Furtivo laggiù tra una cascina e bassi ciuffi di granturco
la gran coda blu richiusa rasoterra
s’affretta
un pavone

 


(4)

sul terrazzo

Il giovane falco biondo
s’è appostato per prova
sotto il tetto

incurante di noi
sporgendo il becco ricurvo
dall’alto ha valutato lo spazio
con lo sguardo

poi in un silenzioso fruscio
ha allargato le ali
e veleggiato accosto ai muri

– per un istante impennando davanti
alla finestra
quasi a toccarsi
faccia a faccia

*

Per due anni hanno provato a fare il nido
sopra la tenda del terrazzo,
tra Pasqua e il 25 aprile

Alacri e cieche portavano
rametti secchi scuri
puntuti come spine
sull’instabile supporto

(La prima volta vi fu anche
il minimo dramma
d’un tenace tuorlo
giallo vivo e scaglie
di guscio
bianchissime
rappresi
sulle piastrelle)

S’arrendevano poi – capivano –
e migravano
verso qualche casa diroccata

Quest’anno non si sono viste,
le tenere tortore color cipria.
Tubano forte sulle tegole e nella gronda
due grossi piccioni
grigi come pantegane

 

(5)

nelle Langhe

I rapaci dalle grandi ali fulve
– in un emiciclo d’azzurro
ali ferme spiegate
ma soffici e calde, nocciola,
sorvolavano le querce il pioppo
di salvia e argento
la vigna la collina

senza sforzo risalivano
come soffiati in alto
da calme correnti,
due archi che allargavano a ventaglio

– guardarli da sotto,
distesi accanto alla piscina:
tacevano le anatre e le oche dallo stagno,
gli umani anche:

un minuto o due
nel primo pomeriggio

 

(6)

 a Pavia

S’incide nel verde lucente
come in un sogno
l’infinita fuga degli archi
del chiostro grande,
alla Certosa

– verde oltre, campagna fino all’orizzonte,
verde dentro, il liquido
liscio rettangolo d’erba rasata –

sopra le celle dei monaci
– ciascuna il suo tetto di coppi
e un alto camino a punta –
assorti e silenziosi
solo i colombi s’affaccendano,
campiti laggiù lontani contro il cielo,
sul lato di clausura

(ci perseguita dai tondi alle pareti,
in marmo, in cotto, ovunque,
il doppiomento degli Sforza, i Visconti o gli Este,
la pappagorgia sigillo del potere,
e di profilo, così si vede meglio…)

 

*

 

Affusolati pappagallini verdi
con il becco arancio
fanno la spola
fra i mattoni delle torri medievali
e gli alberi sulla piazza,
nel sole del mattino.
Sfuggiti o liberati da chissà quale gabbia,
chissà quando,
la cosa più bella
della tanto bella
città di Pavia

 

*

 

Intorno al ponte coperto sul Ticino
lo sventagliarsi grigio argenteo
d’un grande stormo di piccioni
in formazione
sorprende, sospende il tempo un lungo istante

Ma l’abbiamo sentito
o immaginato
il frusciare di tante ali e piume
nel celeste di carta sopra gli archi, di sotto
il verde lento e torbido del fiume…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...