Illuminazioni, intonazioni ecc.

 

ale-vicario_senza-titolo-n-6_2004

(Immagine: Alessandro Vicario, Interni di Palazzo Tiranni-Castracane, Cagli, n. 6, 2004)

 

[…]

 

(2)

Non basta intensità, non basta l’intenzione.
Ci vuole dannata innata
intonazione
– orecchio assoluto e verbo, verbo
dissoluto

 

 

(3)

Come Dio, è certo in ogni luogo
– dunque anche qui, ora.
Ma ancora più imprendibile ai sensi,
tenue eco o sequenza d’accenti

 

 

(4)

Dev’essere lama
– aprire il cielo il foglio –
e dal varco, lo squarcio in bianco aperto

passi
la
luce

 

[…]

 

(6)

Le parole devono suonare insieme,
generate vive
d’uno stesso seme:
fiorire tenere come viole,
maturare su un muro
volto al sole

 

 

(7)

Questa mania (dal greco: pazzia)
che resta solo mia
ha da farmi cuore e compagnia

Ma se le mie poesie
diventano un po’ tue
– ecco: se siamo in due –
è la rivoluzione di tutti i possessivi, i numeri, le rime

 

 

(8)

Aspetto che il bianco del foglio s’increspi appena,
solo un poco,
della parola attesa.
Un dito febbrile sfiora, tormenta
la muta carta che

a un tratto si lacera,
tutta è strappata

 

[…]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...